News

160 anni fa il terremoto in Alta Val d'Agri e Vallo di Diano

160 anni fa il terremoto in Alta Val d'Agri e Vallo di Diano

10 Dicembre 2017

16 dicembre 1857-2017. 160 anni dal terremoto in Val d'Agri fra persistenze e resilienza. Il 16 dicembre del 1857 un forte terremoto colpì la Val d’Agri causando molte vittime e radendo al...

Calendario Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
La Fondazione di Comunità Lucana Robert Mallet
 
La Fondazione nasce dall’originaria iniziativa della rete di volontariato del Gruppo Lucano e dalla determinazione del Comune di Viggiano di offrire un sostegno a processi innovativi che rafforzino la conoscenza e la sicurezza del territorio. La Fondazione si è estesa ben presto ad altre realtà (cooperative sociali ed assistenziali, associazioni culturali, associazioni sanitarie, associazioni delle comunità lucane all’estero), oltre a quelle già integrate che operano nel settore ambientale e della cooperazione internazionale. Tutta la rete condivide la missione tendente a rafforzare il concetto della resilienza e dello sviluppo umano sostenibile nelle comunità locali ed offrire un aiuto materiale oltre che morale ove fosse richiesto dalla società e dalle istituzioni.
La Fondazione in questo senso fa propria l’esperienza maturata negli ultimi venti anni da una delle più importanti reti di volontariato del mezzogiorno d’Italia. Questa rappresenta uno degli esempi migliori di come forme organizzate di cittadinanza attiva che sposino la concezione del processo bottom- up possano arrivare a costruire grandi reti di solidarietà sociale che contribuiscono a ricostruire un tessuto di coesione sociale andato perduto nel tempo.
Parallelamente il Comune di Viggiano è fortemente impegnato ad individuare strategie innovative per risolvere le difficoltà presenti sui territori lucani dal punto di vista sociale ed economico.
La Fondazione intende valorizzare questa convergenza tra cittadinanza attiva ed istituzioni fornendo ai soggetti del terzo settore strumenti di progettualità che aiutino a trovare soluzioni pratiche ai problemi locali.
 
La comunità
La scelta dello sviluppo umano sostenibile come tema principale delle attività della Fondazione, è fondamentale al processo di coinvolgimento delle comunità lucane, che condividono tutte le stesse problematiche di debolezza di sviluppo sociale ed economico. La Fondazione, per favorire il coinvolgimento della comunità, intende:
  1. Promuovere attività di divulgazione dei concetti dello sviluppo umano sostenibile di una comunità.
  2. Promuovere progettualità sulle tematiche sociali, economiche, culturali e di resilienza che vedano i cittadini come partecipanti attivi.
  3. Favorire la creazione di nuove forme di aggregazione sociale che superino i limiti locali e mettano in gioco il concetto di rete sia nel terzo settore che nelle varie forme istituzionali locali.
  4. Creare momenti di partecipazione nella definizione di soluzioni ai problemi che le comunità si trovano ad affrontare, valorizzando conoscenze ed esperienze locali.
La missione
Favorire tra le comunità lucane l’avvio di processi nuovi che abbiano al centro la creazione di uno sviluppo umano sostenibile integrando sui territori tre componenti fondamentali: cittadini, istituzioni locali e forme di solidarietà organizzata espresse dal terzo settore.
Aree di interesse principali sono:
  • il recupero della storia e della cultura delle comunità del territorio;
  • l‘individuazione di soluzioni innovative ai problemi delle comunità che siano di stimolo alla ripresa economica e sociale ed in particolare riescano a trattenere sui territori i giovani creando nuove prospettive di sviluppo;
  • la diffusione della cultura della partecipazione attiva ai processi di sviluppo umano sostenibile.
 
Gli obiettivi
La Fondazione di Comunità Lucana Robert Mallet si pone alcuni obiettivi per rafforzare la capacità delle comunità di valorizzare i Beni comuni in termini di capitale umano, capitale economico, capitale sociale e capitale ambientale attraverso:
  • la comprensione tecnico scientifica dei processi;
  • l’individuazione di metodologie innovative di sviluppo delle risorse locali;
  • la difesa e il miglioramento della qualità della vita;
  • il recupero della memoria storica;
  • la creazione di solidarietà sociale e coesione sociale.
Il territorio
La Fondazione intende operare nel territorio lucano che vede la prevalenza di piccole comunità, caratterizzate da un forte senso di identità culturale e da costumi e tradizioni storiche molto simili.
Negli ultimi 50 anni esse hanno subito una fortissima emigrazione giovanile,in particolare di tipo intellettuale. Come conseguenza la vita media delle popolazioni è aumentata notevolmente, si è verificata una forte perdita di capitale umano con capacità innovative ed imprenditoriali e si è andato sfilacciando il tessuto di coesione sociale proprio dell’antica realtà del mondo contadino. L’abbandono del territorio in termini di attività produttive e di popolazione sta causando un forte deterioramento delle risorse naturali e delle infrastrutture necessarie allo sviluppo di una società moderna.
A questo si aggiunge un territorio caratterizzato da un altissimo rischio idrogeologico, sismico e ambientale. I recenti cambiamenti climatici accompagnati da una recrudescenza dei fenomeni naturali di tipo distruttivo, stanno incrementando alcuni di questi rischi.
La struttura sociale del territorio frantumata in tante piccole comunità con una disponibilità minima di risorse sia finanziarie che di capitale umano rende difficile far fronte ai problemi che questi rischi comportano.
A queste condizioni di debolezza fa riscontro negli ultimi anni la scoperta e la valorizzazione su questi territori di alcune delle principali risorse necessarie allo sviluppo di una società moderna: energia, acqua e ambiente.
Sul territorio lucano insistono infatti, i più grandi giacimenti petroliferi dell’Europa continentale, invasi per circa un miliardo di m3 d’acqua e tre Parchi Nazionali (Pollino, Appennino Lucano, Cilento) che rappresentano un polmone ambientale e di biodiversità per l’intero paese.

icon phone333333333

icon map

c/da S. Lucia 2 85059 Viggiano